“Vicini scomodi e pappagalli fusi.”

Vivono a Palermo da 18 anni. Lui fa il bracciante agricolo e lei la badante. I due figli vanno regolarmente a scuola. Hanno chiesto, come previsto dalla legge, l’assegnazione di un’abitazione. Dopo tanti anni di attesa in graduatoria la ottengono. Ma c’? un piccolo particolare. Sono rom. E questo per i condomini ? un problema e non li vogliono. Succede la prima volta in un appartamento in zona via Libert?, dove addirittura la gente ha protestato in strada con striscioni del tipo “Palermo ai palermitani”. Succede di nuovo in corso Calatafimi. Non li vogliono. E il Comune non ha ancora dato il permesso per l’insediamento. Sembra voler cedere per la seconda volta alle proteste dei vicini di casa. E intanto, cos? come ? stato per 18 anni, loro sono l? nel loro camper, in attesa che si sblocchi la situazione, che gli venga riconosciuto un diritto, sono l? perch? qualcuno non li vuole. Perch? sono rom.

Una versione di latino 5 euro, sufficienza assicurata; se si punta al 7 o all’8 allora costa 3 euro in pi?. E’ il tariffario di un gruppo di ragazzi del liceo Tito Livio di Padova, che, mostrando uno spiccato talento imprenditoriale, vendeva soluzioni alle versioni di latino e grego, scaricate dal web e consegnate nei bagni della scuola o inviate via sms. Il sistema era organizzato per bene. Tra i 6 studenti, c’era chi aveva diritto a commissioni suppletive per miglioramenti fatti alla traduzione scaricata ed erano vietati, in barba alla libera concorrenza, prezzi al ribasso, altrimenti si era fuori dal giro dei soci. Il gioco ? stato per? recentemente scoperto e le punizioni sono state severe, con?sospensioni?fino a 10 giorni. E c’? chi protesta e vuole impugnare la decisione del preside perch? d’altronde tutti nella nostra vita di studenti, almeno una volta, abbiamo copiato.

pappagalliDa un paio di settimane a Palmerston, in Australia, i pappagalli si sballano. Saltellano in aria, con gli occhi semichiusi, e non riescono a centrare l’asticella d’appoggio, hanno un’aria del tutto rilassata e tutti i sintomi di chi si ? fatto una canna. I naturalisti non hanno ancora trovato una spiegazione, la pi? plausibile sarebbe la presenza di una pianta nella zona che potrebbe contenere sostanze stupefacenti, e che i pappagalli hanno scoperto e adesso fanno delle gran feste tra amici. Questi pappagalli coloratissimi si trovano per strada storditi e qualcuno sta cercando di recuperarli tutti e tenerli in cura “disintossicativa”. Il rimedio post-sballo ? pappa d’avena dolce e tanta frutta.

Bene, con questo ? tutto, risintonizzatevi Gioved? prossimo.

?Oltre Fiumara?- Rubrica settimanale che apre uno spiraglio tra le cinta murarie del borgo, per far passare qualche notizia fuori dal comune.?