Visiere protettive: è polemica sui social. Il Comune chiarisce caratteristiche e distribuzione

A seguito dell’acquisto da parte del Comune di 5.000 visiere protettive, al prezzo di € 23.790,00 19.500,00 (ndr, il prodotto è esente da iva), su Facebook si accende il dibattito tra contrari e favorevoli all’iniziativa.

In tanti criticano la validità della scelta, vista l’entità della somma, nella considerazione soprattutto che “nessuna ricerca scientifica ne attesta la validità della protezione a lungo termine” e vista l’obbligatorietà, comunque, dell’uso della mascherina.

Nella discussione, anche il parere di un medico: «Servono solo se ti starnutiscono in faccia. […] Per il resto la cosa più importante è la mascherina, il distanziamento sociale ed evitare luoghi chiusi ed affollati ».

Il Sindaco, dal canto suo, dopo aver definito i « toni anche perentori ed accusatori, sono i soliti, come qualcuno li definisce: ” i nemici da cuntintizza », ha diramato da poco una nota nella pagina Facebook del Comune, che pubblichiamo di seguito, dove vengono esplicitate alcune caratteristiche del prodotto acquistato, le certificazioni e le modalità con cui avverrà la distribuzione.

Significativi anche, se non totalmente esaustivi, i passaggi secondo cui “[la visiera] va incontro alla sicurezza del commercio locale e dei servizi al turista” e “non garantiscono l’incolumità se utilizzate per altri scopi“.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.