Ypsi. Buona la prima!

[Riceviamo e pubblichiamo] YPSIVOLLEY vs KEPHA 2.0 CAPO SERIO 3-1 (14-25 / 25-19 / 25-20 / 25-18)
Inizia nel migliore dei modi il cammino della Castelbuonese nella coppa di Prima Divisione Femminile con una vittoria inaspettata sulla fortissima Kepha.

La squadra di Castelbuono si affaccia da neopromossa nel campionato di più alto livello mai raggiunto da una formazione femminile del paese madonita, con una rosa giovanissima e poco esperta ma decisa a lottare e uscire a testa alta da ogni match.

Le giovani Ypsi iniziano la partita molto molto tese e a causa di una lunga serie di errori il primo set viene nettamente vinto dalla squadra ospite.
Il secondo parziale vede però una reazione delle padrone di casa che piano piano ritrovano il filo del gioco e a sorpresa riportano la partita in parità;
ma non finisce qui perchè le Ypsi galvanizzate dalla vittoria del parziale continuano a costruire gioco e a difendersi dagli attacchi delle più esperte avversarie e a sorpresa si aggiudicano la gara in rimonta.

Ottima prestazione di tutte le ragazze di mister Mitra e mister Russo, menzione di merito per Mitra, da quest’anno promossa in prima squadra, per Di Gangi, Gugliuzza e Munfuletto.
Partita al di là del risultato molto gradevole che ha visto le due squadre offrire al numeroso pubblico presente a Finale un match molto intenso e spettacolare; l’unica sconfitta è come sempre la Città di Castelbuono che a causa della mancata omologazione della palestra del liceo per le gare deve rinunciare a ospitare le partite, che si svolgeranno come la passata stagione nella palestra di Finale di Pollina.

TABELLINO DELLA GARA:

YPSI: Gugliuzza (K), Prestianni, Cammarata, Mazzola F, Mitra, Mammano G, Castiglia, Di Gangi, Barreca, Cicero G, Munfuletto, Cascio L1
1° all. Mitra, 2°all. Russo

KEPHA 2.0 CAPO SERIO: Serio, Di Cristina, Ilardo, Vizzini, Lupo, Perilli, Tamburo, Catalano, Musotto, allegra, Grisanti, Cirincione L1
1° all. Brusca, 2° all. Provenza

ARBITRO DELLA GARA: Giuffrè Giuseppe

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.