Ypsigrock presenta il nuovo EP “The Sound Of This Place 2021 – Vol. I”

La nuova edizione del festival dell’estate italiana, in scena dal 4 al 7 agosto 2022, è alle porte e celebrerà il 25esimo anniversario di Ypsigrock. Nel frattempo, è in arrivo un regalo proveniente dalla precedente edizione, quella “piccola ma necessaria”, tenutasi in forma ridotta lo scorso anno causa pandemia.

L’EP “The Sound Of This Place 2021 – Vol. I” che vede Eva Geist featuring Camilla Sparksss e Clap Your Hands Say Yeah, prodotto da Ypsigrock con il sostegno di Italia Music Lab, sarà disponibile sulle più importanti piattaforme streaming e in distribuzione sui principali store da martedì 26 luglio.

Sarà disponibile anche un disco in vinile color lilla in edizione limitata (300 copie), in pre-order da oggi.

La copertina del disco riprende il concept della residenza che spinge gli artisti a “trovare il suono di questo posto” e ritrae una manipolazione grafica dei confini della mappa del territorio di Castelbuono, che suggerisce un’onda sonora.

Questa pubblicazione discografica è frutto della residenza artistica internazionale “The Sound Of This Place”, format inaugurato in occasione dell’ edizione 2021 Tiny but Needed di Ypsigrock. Eva Geist, Camilla Sparksss, Clap Your Hands Say Yeah, insieme agli artisti visual Gustav Düsing e Julien Dufour, hanno collaborato per due settimane l’estate scorsa a Castelbuono. Ispirati dal territorio, hanno dato vita all’esibizione esclusiva in prima assoluta “The Sound of This Place 2021”, inserita tra gli act di Ypsigrock 2021 Tiny but Needed.

L’Associazione Culturale Glenn Gould ha prodotto e organizzato il progetto, potendo vantare prestigiosi partner culturali internazionali, tra cui l’Ambasciata del Canada in Italia (Canada), il Museo Civico di Castelbuono (Italia), l’Accademia Tedesca Villa Massimo di Roma (Germania) e il Goethe-Institut Palermo (Germania), con l’obiettivo di favorire un’offerta culturale sempre più originale e poliedrica, all’insegna del pluralismo espressivo e della multidisciplinarietà.

Oltre alla sound designer italiana di stanza a Berlino Andrea Noce aka Eva Geist, hanno partecipato alla residenza artistica la musicista e visual artist svizzero-canadese Barbara Lehnhoff ovvero Camilla Sparksss (CH/CA), il cantautore americano Alec Ounsworth conosciuto come Clap Your Hands Say Yeah (US), l’artista visivo e architetto tedesco Gustav Düsing che, in parallelo alla professione, esplora in maniera sperimentale la traduzione di fenomeni naturali dello spazio in concetti architettonici, e il light designer francese Julien Dufour.

Una chiesa barocca del ‘700, già sede del Mr. Y Stage durante il festival, e trasformata in studio di registrazione ad hoc per la residenza, ha ospitato gli artisti sul territorio di Castelbuono. Lo studio è stato gestito dal fonico e producer Davide Terranova, con il supporto del musicista producer Giacomo Virzì. 

I protagonisti del progetto hanno combinato le rispettive forme d’arte per offrire un prodotto eclettico innovativo unico. Le composizioni musicali create dai tre musicisti si sono fuse con il suggestivo stage design sviluppato da Gustav Düsing (borsista di Villa Massimo, Roma), ispirato alle tende da sole dei balconi del borgo di Castelbuono: l’installazione prevedeva tre vele, alte 3.5 metri ognuna. “Sono come piccole tende davanti alle finestre di tutti, mosse dal vento”, spiega Düsing. “Sono bellissime. È anche una sorta di proiezione, se dietro c’è la luce si vedono le ombre di qualcuno che si muove, qualcosa di intimo e personale”.

Julien Dufour ha illuminato la performance con il suo esclusivo light design. “Il mio linguaggio sono gli occhi” dice. “C’è qualcosa di misterioso in questo borgo, e volevamo sapere cosa succede dietro queste tende, proiettando l’intimità dell’espressione musicale degli artisti sul palco”.

I protagonisti del progetto si sono immersi nell’identità culturale castelbuonese. La pietra arenaria scaldata dal sole, le lunghe pause pranzo, la tradizione musicale locale, le strade trafficate di notte. E infine l’esibizione sul palco: una dimostrazione di intuizione artistica e improvvisazione.

“È stata una sfida. Non capita tutti i giorni di avere l’occasione di lavorare con altre discipline come la luce e l’architettura… in Sicilia, è stato davvero speciale”, afferma la sound designer Andrea Noce / Eva Geist. E Barbara Lehnhoff / Camilla Sparksss aggiunge: “In realtà, la prima volta che abbiamo suonato l’intero set è stato sul palco – condividendo quel momento con il pubblico. Dovevamo ascoltarci e improvvisare, anche perché il calore spostava gli adesivi sui dubplate e sui loop dei vinili”.

Ricercando e indagando il sound di Castelbuono, i tre musicisti hanno utilizzato un vinile d’epoca della band tradizionale locale Lorimest, trasformandolo in un loop ritmico che è diventato l’intro di un pezzo collaborativo inedito.

“Il divertimento è stato reagire agli istinti di ciascuno”, conclude Alec Ounsworth / Clap Your Hands Say Yeah, che ha appena terminato un lungo tour con il suo ultimo album ‘New Fragility’. “Ho pensato che avrei potuto avvicinarmi alla natura della musica di Andrea e Barbara e magari aggiungere qualcosa di interessante dal punto di vista vocale”.

L’esibizione è stata filmata e registrata per la release dell’EP “The Sound Of This Place 2021 – Vol. I” Eva Geist featuring Camilla Sparksss e Clap Your Hands Say Yeah, con il sostegno di Italia Music Lab. 

The Sound Of This Place 2021 è disponibile su Youtube e su tutti i servizi di streaming a partire dal 26 luglio alle 16:00: https://www.youtube.com/watch?v=ojER75IuWdM 

Per lo streaming e il pre-order di un vinile 10″ in edizione limitata (300 copie) in color lilla, che include una bonus track esclusiva: https://ffm.to/thesoundofthisplace 

Link diretto al pre-order del vinile: https://ypsi.link/TSOTP21_vinyl

Ypsigrock ha da poco reso nota la line up completa della sua edizione 2022, dal 4 al 7 agosto, che segna anche il 25° Anniversario del festival. La line up comprende The Flaming Lips, 2manydjs, DIIV, Self Esteem, Goat Girl, Yard Act, Pillow Queens, Nation of Language, tra i tanti, oltre a Penelope Isles e C Duncan, che celebrano un anniversario congiunto con l’iconica etichetta britannica Bella Union: “Festa Bellissima”. 

Tra le altre sorprese, i Penelope Isles faranno anche parte della seconda edizione della residenza annuale “The Sound Of This Place 2022 (Vol 2)”, insieme all’artista italiano di musica elettronica Go Dugong e all’artista visiva americana Ionee Waterhouse.